Brufoli in gravidanza

Brufoli in gravidanza

Quello dei brufoli in gravidanza è un fenomeno che colpisce molte mamme, il tutto è dovuto ai cambiamenti ormonali che il corpo subisce nei nove mesi di gravidanza.

Tantissime donne si ritrovano una pelle più levigata e luminosa; al contrario alcune donne incombono alla comparsa di brufoli e dell’acne.

Vediamo insieme quali sono le cause le cause della comparsa di questi inestetismi.

Quali sono le cause della comparsa dei brufoli in gravidanza?

Generalmente i primi brufoli compaiono dal primo mese fino al quinto di gravidanza.

Solitamente i brufoli durante la gravidanza non colpiscono in maniera omogenea, ma tendono a localizzarsi soprattutto nella zona del mento, del naso e delle guance. Questo perché si tratta di zone tipicamente più grasse. Altre volte si presentano brufoli sulla schiena, sul collo oppure sulla parte alta delle braccia.

Per quanto riguarda il naso possono comparire i cosiddetti comedoni o più semplicemente punti neri: sono un principio dei brufoli, caratterizzati a livello superficiale da una piccola punta nera, causati da un’eccessiva produzione di sebo.

Brufoli in gravidanza come combatterli

Durante la gravidanza la donna non può sottoporsi a cure mediche specifiche per la rimozione dei brufoli, né tanto meno può pensare di strizzarli o schiacciarli (rischia di lasciare sul viso cicatrici indelebili), così, l’unica soluzione per farli sparire è affidarsi ai classici rimedi naturali. È fondamentale mantenere alto il livello di igiene, tenendo la pelle pulita, non utilizzando saponi aggressivi in modo da non aumentare lo stato di infiammazione dell’eruzione cutanea.

Si consiglia quindi di ridurre il make-up al minimo, poiché i fondotinta migliori hanno il difetto di ostruire i pori, non permettendo la perfetta respirazione della pelle. Se però si ritiene indispensabile il trucco, si consiglia di ricercare nelle parafarmacie dei prodotti completamente naturali per la cura dei brufoli. Ovviamente, è meglio star sempre attenti alle allergie.

Si consiglia di evitare peeling troppo aggressivi e di non mangiare troppi cibi grassi. Anche in questo caso è molto importante il consulto con il proprio medico, il quale potrà dare indicazioni specifiche su come bilanciare nel modo migliore la dieta.

Brufoli sul viso

Brufoli sul viso durante la gravidanza

I rimedi naturali per i brufoli in gravidanza

Anche in caso di rimedi naturali, vista la delicatezza del momento, si consiglia sempre di chiedere supporto al proprio medico. Esistono per alcune soluzioni efficaci e semplici che riescono a procurare una piccola sensazione di sollievo.

Tra questi c’è l’impacco di camomilla per ripulire il viso prima di andare a dormire e appena sveglie: la camomilla lenisce infatti l’infiammazione della pelle. Altro rimedio naturale è quello della maschera al miele, particolarmente utile per combattere i comedoni: per farla serve scaldare due cucchiai di miele, da applicare sul viso. La poltiglia va poi spalmata sul viso e rimossa dopo 15 minuti.

Impacchi di camomilla

Impacchi di camomilla – un rimedio naturale contro i brufoli in gravidanza

C’è un altro modo, tutto naturale, per coprire le macchie della pelle. Viene dall’Asia e si chiama Centella, un erba utilizzata sia nella tradizione ayurvedica indiana che nella medicina cinese. No, oggi non dovete fare un intruglio puzzolente, ma potete utilizzare una delle tante creme in commercio. Sull argomento provate a dare un occhio anche a questo utilissimo articolo: https://www.bellezzaoriente.it/centella-rimedio-pelle-arrossata-couperose-asia/

Per la disinfezione dei brufoli invece si può utilizzare il succo di limone, da utilizzare con un batuffolo di cotone per tamponare il viso. Si risciacqua dopo qualche minuto. Questa operazione non va fatta più di una volta a settimana.

Rimedi casalinghi per i brufoli in gravidanza

Di solito è sconsigliatissimo ricorrere ai rimedi fatti in casa, nel caso in cui la comparsa sia molto diffusa e marcata. Ci sono tantissimi rimedi naturali, che non eliminano il problema, ma aiutano tantissimo a ridurre l’infiammazione

Maschera allo yogurt: lo yogurt è conosciuto in ambito estetico per la sua capacità depurativa e per la delicatezza.

Preparazione: mescolare un vasetto di yogurt con 2 cucchiai di argilla, un cucchiaio di olio, un po’ di scorza di limone e 5 grammi di olio di bergamotto. Va applicata per 25 minuti al giorno, per poi essere rimossa con acqua tiepida.

Vapori con il bicarbonato: La tecnica è semplicissima e consiste nel riempire una bacinella con dell’acqua bollente unita al bicarbonato di sodio. La tecnica consiste nel porre il viso sopra la bacinella con un panno sul capo per formare una cupola evitando così la dispersione dei vapori. I vapori hanno l’effetto di dilatare i pori favorendo la traspirazione.

I benefici del miele: Il miele è utilissimo contro i punti neri. Basta scaldare una piccola quantità e applicarla direttamente sulla zona interessata. Si consiglia di rimuovere delicatamente dopo una decina di minuti.

I benefici del succo di limone: una volta a settimana, sul viso perfettamente deterso, si può passare, con dei leggeri picchetti, un batuffolo di cotone imbevuto di succo di limone. Si lascia in posa per qualche minuto e poi si risciacqua. Il limone, infatti, è riconosciuto per le sue proprietà antibatteriche e disinfettanti e, in tal caso, si rivela un rimedio efficace ma delicato.

Curiosità

Si dice, che se la futura mamma ha una pelle liscia e luminosa, il nascituro sarà di certo un maschietto. In caso contrario, se durante la gravidanza alla mamma compaiono brufoli e punti neri, la nascita sarà un fiocco rosa. Perché? Semplice: la bambina che è nel grembo tende a “rubare” la bellezza della mamma, permettendo così la comparsa degli inestetici brufoli sul viso.

Ecco dei piccoli suggerimenti per i brufoli in gravidanza:

  • Lavati la faccia due volte al giorno con un latte detergente non aggressivo. Prova un esfoliante ma evita il peeling.
  • Cerca di fare esercizio regolarmente per ridurre lo stress, aumentare il livello di circolazione sanguigna e la penetrazione di ossigeno attraverso i pori della pelle.
  • Non schiacciare o sfregare in alcun modo i brufoli perché diffonderesti l’infezione nelle zone circostanti.
  • Cerca di bere una buona quantità di acqua ogni giorno per aiutare il corpo ad espellere le tossine in modo regolare.
  • Cerca di mangiare abbondantemente frutta e verdura per mantenere la pelle sana. Evita l’eccesso di zuccheri e di carboidrati raffinati.
  • Evita i cosmetici a base di olio e lava spesso spazzolini e pennellini da trucco in acqua calda saponata.
  • Evita di esporre la tua pelle a un’eccessiva quantità di sole, caldo o freddo.
  • Evita di portare a lungo vestiti troppo stretti che possono soffocare la pelle non permettendogli di traspirare adeguatamente.