Come sostituire il rubinetto del lavello

Miscelatore per lavello

Ci si trova spesso a dover risolvere dei piccoli problemi domestici o a dover fare un po’ di manutenzione in casa. Se si è abili con il fai da te e si dispone di alcuni utensili indispensabili possiamo cavarcela tranquillamente da soli.  Ad esempio può capitare di dover fare dei piccoli interventi idraulici. In un nostro precedente articolo ti abbiamo insegnato come riparare un rubinetto che perde , ma a volte questo non sarà sufficiente e sarà necessario procedere alla vera e propria sostituzione con un rubinetto nuovo. Anche in questo caso l’operazione non è affatto complicata e basterà armarsi di buona volontà per risparmiare soldi ma anche tempo preziosi. In questo nostro nuovo tutorial ti spiegheremo come cambiare il rubinetto del lavabo della cucina con uno nuovo che potrai facilmente acquistare in un magazzino di articoli per idraulica, in una ferramenta, o a prezzi anche molto convenienti  in un maxi store per il bricolage o all’IKEA.

Utensili necessari

La prima cosa da fare è controllare di avere a disposizione tutti gli utensili necessari. In tal caso riusciremo a sostituire il rubinetto della cucina anche in meno di un ora.

  • chiave inglese regolabile da idraulico
  • chiavi inglesi di diverse misure
  • rotolo di nastro in teflon
  • cacciavite a taglio
  • piccolo cacciavite a croce o a taglio (capita talvolta di dover svitare qualche piccola vite incassata nel miscelatore)
  • una bacinella
  • alcuni stracci

Kit miscelatore lavello

Quando dovete acquistare il nuovo miscelatore per il lavabo, nei centri per il bricolage è possibile reperire dei kit completi a basso prezzo, all’interno dei quali sarà già presente tutto il necessario per l’installazione: miscelatore o i due rubinetti separati, 2 tubi flessibili per l’acqua calda e fredda, rondelle, dadi e viti per il montaggio. Nel caso desideriate anche sostituire la piletta di scarico del lavabo, dovrete invece acquistarla a parte, infatti, a differenza dei kit per i lavandini da bagno, essa non è quasi mai presente nella confezione di un rubinetto per cucina.
Fate molta attenzione al prodotto che andrete ad acquistare ed evitate rubinetti eccessivamente economici per non incappare in brutte sorprese. Molto spesso i rubinetti economici sono realizzati con metalli scadenti e troppo morbidi, che spesso danno spazio a rotture o perdite premature o con cartucce in plastica anziché di ceramica, nel caso dei miscelatori. In tal caso vi renderete presto conto che il costo per l’acquisto di eventuali pezzi di ricambio per il rubinetto potrebbe essere pari se non superiore all’acquisto di un rubinetto nuovo, con lo svantaggio che avrete perso il doppio del tempo ed il doppio dei soldi.

Tubi flessibili per lavello

Rubinetti di arresto con filtro e tubi flessibili

Nel caso optiate su pezzi separati avrete bisogno del un miscelatore da lavello o di due rubinetti separati, per acqua fredda e calda. Avrete maggior libertà di scelta rispetto ai kit e potrete optare anche su modelli di design e rifiniti con particolari curati e orientarvi fra diverse fasce di prezzo;  vi occorreranno poi due tubi flessibili e nel caso si opti per un miscelatore, due piccoli rubinetti con chiave  di arresto e filtro integrato, indispensabili per evitare premature grippaggi e rotture della  cartuccia in ceramica. che andrete ad avvitare direttamente agli attacchi dell’acqua fredda e calda sulla parete.

Come smontare il rubinetto del lavello

La prima cosa da fare è chiudere l’alimentazione principale che porta l’acqua all’appartamento o all’impianto idrico di una particolare stanza, qualora siano presenti chiavi di arresto secondarie. Procediamo innanzitutto con lo smontaggio dei vecchi flessibili dal muro,  facendo molta attenzione, in particolar modo nel caso di vecchi impianti, a non forzare eccessivamente per evitare spiacevoli rotture. Prima di allentare i tubi, avvicina un secchio per scaricare raccogliere l’acqua rimasta al loro interno.

Qualora lo spazio sotto al lavello fosse molto limitato, potrebbe essere necessario smontare qualche pezzo anche delle tubature di scarico, per rendere più agevole il lavoro. Dovrete fare molta attenzione nelle successive fasi di rimontaggio a verificare che tutto sia a post per scongiurare pericolose perdite.

Nel caso lo spazio sotto al mobile della cucina sia abbastanza ampio, e il grosso dado di fissaggio dei rubinetti sia facilmente raggiungibile e consenta quindi di infilarci la chiave inglese o la chiave regolabile per idraulici, questa operazione non sarà necessaria.  Dovrete avere un po di pazienza ed essere abili con le vostre manine, ma non è un operazione complicata.

Una volta allentati di dadi di fissaggio, sarà possibile estrarre, dalla parte superiore del lavello, i due rubinetti o il miscelatore. Prima di procedere con la fase di montaggio dei nuovi rubinetti, potete approfittare per dare una bella pulita da sporco ed eventuali incrostazioni di calcare.

Rubinetti lavello

Come montare il miscelatore o i nuovi rubinetti del lavello

Una volta rimosso dalla confezione il nuovo miscelatore o i rubinetti, riponeteli con ordine su un ripiano, assieme a tutte rondelle, viti, guarnizioni ed altre parti di montaggio. A questo punto procedete ad avvitare i due flessibili, freddo e caldo, alle filettature presenti sotto i rubinetti, dopo avervi inserito le apposite guarnizioni. Non è necessario quasi mai avvolgere queste filettature con del nastro in teflon.

Posizionate l’anello di gomma sopra all’apertura rotonda del lavello ed inserite all’interno del foro prima i flessibili e poi il corpo  del rubinetto, fino a portarlo nella posizione corretta. Collegare l’asta filettata lavello/rubinetto e fate scorrere il distanziale in gomma sull’asta filettata. Avvitate a mano la ghiera, finché il nuovo rubinetto non sia ben saldo e nella posizione corretta, dopodiché, se necessario, date una piccola stretta con la chiave adatta, ma senza mai forzare.  Non dimenticare che l’acciaio inox dei rubinetti e del lavello sono molto delicati e serrando in modo scorretto si potrebbero facilmente danneggiare. Fate molta attenzione anche nel caso in cui si sia optato per un miscelatore smaltato perché questo tipo di rubinetti sono maggiormente esposti ad antiestetici graffi.

Rimontare i tubi flessibili – acqua fredda / acqua calda

Sistemati in posizione i nuovi rubinetti bisogna ultimare i collegamenti alla rete idrica e avvitare i due flessibili agli attacchi presenti sul muro o sui due rubinetti con filtro già avvitati alle estremità degli attacchi a muro. Fate ben attenzione a rispettare il collegamento alla corretta condotta dell’acqua calda e fredda. Altrimenti vi troverete con il flusso dell’acqua invertita rispetto alle indicazioni di color rosso e celeste solitamente presenti sui rubinetti. Prima di avvitare i flessibili, avvolgete l’estremità filettata degli stessi con alcuni giri di nastro in teflon che farà in modo di evitare fastidiosi gocciolamenti. Avvitate a mano finché possibile e poi date l’ultima stretta usando due chiave inglesi della corretta misura, uno per mantenere fermo il flessibile e l’altro per stringere il raccordo.

Nel caso, per motivi di spazio, si sia reso necessario smontare parti dell’impianto di scarico, ricollegate il tutto con molta attenzione e verificando la corretta posizione delle guarnizioni e l’assenza di perdite.

Attivare l’alimentazione riaprendo le chiavi di arresto che avevate precedentemente chiuso e, dopo aver aperto entrambe i rubinetti o il miscelatore, verificare che non vi siano perdite da tutti i giunti di collegamento.

Il vostro nuovo rubinetto è pronto per l’uso.