Tariffe biorarie: nel weekend luce e gas costano meno

Tariffe weekend

La bolletta luce e gas è una spesa che tutti devono includere nel loro budget di uscita personale o familiare. Per fare in modo che il prezzo non sia troppo alto ci sono dei piccoli accorgimenti di cui tenere conto per contenere i costi, come ad esempio l’opzione delle tariffe biorarie.

Non tutti gli orari sono uguali quando si utilizza l’energia elettrica: conoscere quali sono le fasce orarie in cui si consuma meno è un grande passo per puntare ad essere più consapevoli e per risparmiare quanto più possibile, soprattutto in caso di nuclei familiari notevoli. Con i nuovi prezzi biorari l’Autorità per l’energia elettrica e il gas afferma che costerà meno consumare energia elettrica dalle 19 di sera alle 8 del mattino nei giorni lavorativi e per tutta la giornata di sabato, domenica e festivi in generale. Il costo massimo dell’energia elettrica sarà invece dal lunedì al venerdì dalle 8 di mattina alle 19 di sera, durante la settimana.

Come risparmiare con le tariffe biorarie

Come si risparmia con le tariffe multiorarie? Si risparmierà spostando la maggior parte dei consumi verso gli orari più convenienti. Il motivo di tutto ciò è che durante il giorno la richiesta di energia elettrica è molto elevata, così da sollecitare ripetutamente la rete elettrica. Non riuscendo però a far fronte a tutte le richieste ovviamente, c’è la necessità di ricorrere ad impianti poco efficienti e molto inquinanti. L’autorità per l’energia elettrica e gas ha optato per l’inserimento di queste tariffe agevolate negli orari meno richiesti, riducendo dunque i picchi della domanda e riuscendo a mantenere gestibile la rete elettrica. L’obiettivo principale è il benessere della collettività, con un notevole risparmio di inquinamento.

Mercato libero ed offerte multiorarie

Il mercato libero applica lo stesso prezzo per l’energia in ogni momento della giornata indipendentemente dall’ora in cui la si utilizza, a differenza delle tariffe biorarie o triorarie. Quale scegliere? Questo dipenderà solo e soltanto dalle vostre abitudini di consumo. Se siete soliti utilizzare elettricità durante la giornata vi converrà aderire al mercato libero, mentre se siete fuori per lavoro durante il giorno e riuscite ad utilizzare i vostri elettrodomestici nelle ore serali o nel weekend vi converrà optare per le tariffe multiorarie. Date le abitudini familiari comuni in cui, nelle ore otto ore centrali della giornata siamo a lavoro e rincasiamo la sera, le alternative multiorarie sono sicuramente le migliori. Per maggiori informazioni, potete leggere le indicazioni di chetariffa sulle tariffe biorarie. All’interno del sito avrete modo di scoprire e comparare le tariffe più convenienti e utili alle vostre esigenze e necessità del momento.

Consumi dei vari tipi di elettrodomestici

Non tutti i tipi di elettrodomestici consumano allo stesso modo. Per risparmiare sulla bolletta è necessario sapere anche questo, così da scegliere quali utilizzare di più nelle ore delle tariffe agevolate. Come potrete intuire lavatrici, lavastoviglie, scaldabagni elettrici e ancora stufette elettriche, ferri da stiro, condizionatori consumano sicuramente molto. Il consiglio è quello di utilizzarli quindi in modo intelligente, puntando al risparmio ma anche all’efficienza. Pensando a degli esempi pratici possiamo ad esempio utilizzare la lavatrice solo a pieno carico e negli orari con le tariffe agevolate. Si consiglia inoltre di utilizzare dei programmi di lavaggio a temperature non molto elevate: il suggerimento è infatti quello di utilizzare, ad esempio, il programma a 90°C solo quando si hanno panni veramente sporchi. Questi programmi richiedono un grande dispendio di acqua ed energia elettrica. Passiamo all’altro elettrodomestico super utilizzato dalle famiglie: la lavastoviglie. Come risparmiare?  Sarà fondamentale avere l’accortezza di riempire l’elettrodomestico e non utilizzarlo solo per lavare pochi pezzi ed inoltre si consiglia di evitare il programma di asciugatura. Basterà semplicemente aprire lo sportello e far asciugare la stoviglie in modo totalmente naturale. L’ultima accortezza è quella di azionarla la sera, dopo le ore 19, così da sfruttare i benefici delle tariffe agevolate.

Questi sono soltanto dei piccoli consigli ma ognuno di voi avrà modo di organizzarsi al meglio! Cambiare tariffa sembra una cosa super complessa, ma, in realtà richiede poche semplici mosse! Non servirà alcun intervento tecnico: basterà una semplice chiamata!