Weekend a Valencia e un assaggio di tapas

Valencia - Plaza del Ayuntamiento

Valencia – Plaza del Ayuntamiento

Se amate la Spagna ma avete a disposizione pochi giorni l’ideale è un weekend a Valencia: una città fantastica, piena di tradizioni, arte, modernità, storia e natura.

Scoprire Valencia in bicicletta

Per scoprire Valencia – che ha come simbolo cittadino un pipistrello – consiglio assolutamente di noleggiare una bicicletta, la metropolitana è costosa e la sera chiude intorno alle 23, inoltre i luoghi più belli della città non sono raggiungibili con la metro.

Dove un tempo scorreva il fiume Turia ora si trovano una serie di splendidi giardini attraversati da piste ciclabili che collegano diverse parti della città.
Questi giardini sono sovrastati da una serie di ponti, alcuni molto particolari. Percorrendo i giardini non ci si può non fermare ad ammirare il Palau de la Musica con il suo gioco di fontane, il parco giochi Gulliver molto originale per grandi e piccoli e infine arrivare alla Ciutat de las Arts y las Ciencias, progettata dall’architetto Calatrava: un tripudio di architettura e design futuristico che rimanda allo scheletro degli animali marini. Qui, collegati da una serie di piscine paradisiache si trovano le strutture che ospitano il Museo della Scienza, l’Oceanogràfic, l’Umbracle, l’Hemisfèric e l’Agora.

Valencia - Museo della Scienza

Valencia – Museo della Scienza

Valencia: La città vecchia

La città vecchia è caratterizzata da bellissimi edifici storici e chiese: il Mercado Central, Plaza del Ayutamento (dove a Marzo fanno i fuochi d’artificio pomeridiani – la Mascletà– durante i festeggiamenti de Las Fallas a cui vorrei assolutamente assistere un giorno!), la Catedral con la statuta de la Virgin, La Lonja de la Seda (Patrimonio Mondiale Unesco), e moltissime piccole vie dove negozietti antichi e moderni si mescolano a street art ed edifici storici.

Valencia: spiagge e mare pulito

Irrinunciabile salire sul Miguelete in Plaza de la Reina dal quale si gode la vista di tutta la città fino al mare.

Non mi aspettavo di trovare un mare così pulito e bello nonostante fossimo vicino a una zona portuale. Raggiungibile ovviamente da una pista ciclabile, sul lungomare si trovano ristoranti, locali, negozi ma anche la Port’s American Cup. La spiaggia più famosa è la Malvarrosa raggiungibile anche coi mezzi pubblici.

Valencia - Spiaggia

Valencia – Spiaggia

Se avete più giorni a disposizione visitate anche il parco naturale de l’Albufera, situato a ridosso del mare al cui interno si trova un lago e rarissime specie di volatili.

Un weekend a Valencia è l’ideale per scoprire una città senza il classico caos tipico delle grandi metropoli.

Cosa mangiare a Valencia:

La colazione tipica è la tostada ovvero pane leggermente tostato che potete chiedere con condimenti dolci o salati tra cui tonno, pomodoro, prosciutto crudo e costa davvero poco. Se volete una brioche chiedete un croissant che vi verrà servito con coltello e forchetta dato che sono enormi.

Valencia - Tapas, gastronomi tipicagastronomica tipica

Valencia – Tapas, gastronomi tipica

Sul lungomare si trovano diversi ristoranti piuttosto turistici dove il piatto forte è la paella: la tradizionale valenciana è fatta con pollo, coniglio, fagiolini e pomodori. Un posticino molto caratteristico in cui abbiamo mangiato in zona lungomare di sera è stato Il Vizio: tapas a prezzi abbordabili e gestori italo-ispanici.

Nel centro città in tutti i locali si servono tapas e secondi mentre la paella viene cucinata in genere solo a pranzo. Alcuni ristoranti propongono una cucina fusion inserendo nel menù piatti di carne con salsine agrodolci o piccanti.

Ottimo, ovviamente, il prosciutto crudo Jamon Serrano e il pesce.

La tapas migliore che ho assaggiato è stata il “pulpo a la gallega”: viene servito in una terrina al cui interno c’è come base del purè caldo e delle fettine sottili di polpo cosparso di paprika.

La bevanda tipica che viene bevuta fin dal mattino è l’horchata, che si trova perfino al supermercato, fatta con acqua, zucchero e latte di chufa (un tubero coltivato in questa zona); mentre per aperitivo o come dopo cena c’è l’Agua de Valencia ovvero vodka, gin, succo d’arancia e Cava (uno spumante spagnolo).

Tra un assaggio e l’altro potrete godervi la bellezza dei palazzi storici ma anche l’anima giocosa e innovativa di questa città, ed è forse questo che rende Valencia una delle mete preferite per chi sceglie la Spagna per passare le vacanze o a anche un breve weekend.