Alla scoperta dei tesori della Puglia

Vacanze in Italia: lido attrezzato

La Puglia terra da scoprire, e se ormai da tempo la bellezza artistica è ben nota a tutti, molto spesso si tende a dimenticare che la nostra terra può vantare un patrimonio naturalistico ricco di specie rare ed endemiche. E così, in estate, la regione Puglia offre un panorama costiero molto vario, le bianche spiagge sabbiose, più numerose sul versante ionico, lasciano spazio, specie su quello adriatico, a tratti di costa altissima di grande bellezza. Si tratta di veri e propri tesori naturali, di rivelazioni storiche e di fondali insoliti attorno ai quali fioriscono storie e leggende. I fondali delle coste, sono ricchi di storia, cultura e vita…vita che, prende forma nei paesaggi dai colori sorprendenti e bellissimi sullo sfondo di un blu che lascia senza fiato.

Noi proviamo a darvi alcuni suggerimenti, per vedere tutto ciò che merita di essere ricordato e vissuto in questa favoloso e sublime regione Puglia.

Torre San Giovanni (Marine di Ugento)

Torre San Giovanni, importante stazione balneare, conosciuta anche per la sua storia, di cui era l’antico porto romano molto trafficato, come testimoniato dal ritrovamento di molti reperti. Percorrendo la costa verso Gallipoli si trova l’isola delle Pazze e in questo tratto è stato scoperto un insediamento preistorico dell’età del bronzo. Continuando a viaggiare arriviamo a Torre Mozza, dove l’abitato, fatto di case e villaggi turistici. A Lido Marini e Torre Mozza, ritroviamo le belle distese di sabbia dorata e i fondali bassi e sabbiosi, che fanno di questa zona località turistiche molto apprezzate che hanno richiamato la concentrazione di molti villaggi turistici.

Porto Cesareo

Partendo da Punta Prosciutto, scendendo verso sud, la costa si presenta selvaggia, con grotte e anfratti che si specchiano in acque dai colori veramente splendidi. Poi la costa si presenta bassa e sabbiosa fino a Porto Cesareo, questo comune, con 20 km di spiagge, è un centro ad alta vocazione turistica. L’isola Grande di Porto Cesario, ospitano il Limonio Salentino, molto diffuso lungo il tratto che va da Gallipoli a Porto Cesareo.  Da visitare la suggestiva Grotta Cattedrale che prende il nome dalla sua conformazione a cupola. Da visitare anche la Grotta delle Corvine, uno spacco nella parete forma un ingresso a 16 m, si entra in un tunnel e si esce da un sifone sul cappello della parete. Isola dei conigli sulle pareti verticali dell’isola, le spaccature sulla roccia nascondono nubi branchi coloratissimi, dei grossi paguri, e aragoste, qui possiamo trovare tutto quello che può offrire l’ambiente subacqueo del mediterraneo.

Castro

È situata nell’area delle Serre Salentine e si erge su promontorio a 98 mt sul livello del mare. Ha origini antichissime, risalenti all’età preistorica. Le sue grotte costiere, in particolare la Grotta Romanelli e Grotta Zinzulusa, sono state le dimore degli uomini di Neanderthal circa 69.000 anni fa. Molto importante è il parco delle Querce che costituisce una delle ultime testimonianze ben conservate che da tempo caratterizzavano la vegetazione spontanea della Terra d’Otranto.

Santa Cesarea Terme

Dove le acque dello Ionio si incontrano con quelle dell’Adriatico, sorge, a picco sulla scogliera, Santa Cesarea Terme, comune della provincia di Lecce.  La costa rocciosa è ricca di faraglioni e di grotte preistoriche, come la Grotta Romanelli, che custodisce preziose documentazioni dal paleolitico all’età dei metalli. Uno scenario incantevole, che trova la massima espressione nella spiaggia dorata e nel mare cristallino della caletta di Porto Miggiano che regala, a chi la visita, un tripudio di luci e colori. Santa Cesarea, questo il nome di un tempo, forse in onore dalla miracolosa sorte toccata alla religiosa Vergine Casaria, la quale e santificata dall’intervento divino, prese dimora presso la sorgente del posto, vanta un complesso di acque idrosolfate presenti in quattro grotte che danno sull’ Adriatico.  Il centro si arricchisce di incantevoli ville e dimore estive, spesso monumentali, come nel caso del moresco Palazzo Sticchi.

Dove trascorre le vacanze

Per trovare pareri ed idee interessanti su dove soggiornare l’estate durante una vacanza in Puglia senza spendere cifre esagerate, ne abbiamo parlato con Antonio Fusaro di villaggiestivi.com  villaggi che possano interagire con una clientela dinamica ed esigente cercando di andare incontro in modo particolare alle famiglie con bambini che intendono soggiornare in strutture dotate di ogni confort e soprattutto adatte ai bambini con all’interno la presenza di mini o junior club.

Fusaro afferma inoltre, che, la regione da anni è riuscita a conquistare il podio di regina dell’estate, negli ultimi anni però, sta perdendo terreno sino al 14% di presenze e fatturato, offerta mare e villaggi, destinazione, fanno segnalare indici negativi.
Il nostro mare e le nostre coste, risentono della concorrenza di Grecia, Egitto, Turchia, l’offerta mare è troppo costosa, e molti turisti sono pronti a cambiare in base all’occasione e al budget.

Per vivere una vacanza all’insegna del relax e divertimento, la scelta di un villaggio turistico pugliese costituisce una soluzione azzeccata, per tanti motivi, mare, spiaggia, cibo, spettacoli, musica e cultura, e non si corre il rischio di avere a che fare con spese impreviste: tutti i costi sono già stabiliti in anticipo. I villaggi in Puglia mettono a disposizione tutto ciò che si può desiderare in una vacanza, ecco perché rappresenta la soluzione tra qualità al prezzo migliore, senza sorprese.