Urban mobility, le soluzioni a nostra disposizione

monopattino elettrico

Cosa si intende con Urban Mobility? Sapersi muovere agilmente attraverso un contesto cittadino non è semplice. Le automobili, oltre ad essere causa di inquinamento, sono spesso ingestibili a causa degli scarsi parcheggi e del traffico. Le congestioni delle strade poi, sono un fattore che incide anche sull’utilizzo degli autobus, che spesso hanno ritardi piuttosto elevati (problema comune con i treni).

La soluzione più adatta nelle metropoli di media-grande dimensione è individuare alternative nella situazione sempre più caotica della mobilità urbana. In tale ambito, vecchie e nuove tecnologie si incontrano per dare origine a intuitive soluzioni vincenti all’insegna della imprescindibile necessità di spostarsi da un luogo all’altro della propria città risparmiando sui carburanti, rispettando l’habitat con il minor inquinamento possibile  e non solo.

Con spazi troppo lunghi da coprire a piedi e altri mezzi preclusi infatti, è stato necessario riuscire a trovare delle vie parallele, capaci di rendere comunque più vivibile e sostenibile l’ambiente cittadino.

Urban Mobility: quali soluzioni?

Abbiamo parlato di alternative. Ma quali sono e come si possono adottare? In tal senso vi sono diverse strade (in tutti i sensi) percorribili. Non esiste un mezzo o un dispositivo capace di raffigurare alla perfezione ciò che intendiamo per Urban Mobility. In tal senso ha un peso specifico notevole il contesto cittadino, i gusti personali e le condizioni climatiche.

bike sharing

La bicicletta, un grande classico

Nelle sue versioni classiche o in quelle più moderne (come le pieghevoli o quelle elettriche), le biciclette rappresentano un vero e proprio intramontabile mezzo di trasporto del settore. Particolarmente indicate in primavera/estate, consentono di abbinare mobilità a un minimo di esercizio fisico.

Le già citate pieghevoli poi, sono il massimo della comodità. Tramite esse infatti è possibile alternare tratti sui mezzi pubblici a percorsi in autonomia. Ciò consente di visitare una grande città senza particolari limiti, a patto di fare comunque sempre grande attenzione al traffico e ai relativi pericoli.

Monopattini elettrici, un ritorno gradito

In termine di integrazione con i mezzi pubblici, anche i monopattini elettrici risultano strumenti molto interessanti. Si tratta di mezzi che, già i nostri nonni, utilizzavano come giocattoli. Tornato in voga negli anni ottanta, è stato oggetto di interessanti modifiche e trasformazioni, grazie alla tecnologia e ai materiali ultraleggeri che ne consentono il trasporto a mano senza alcuna difficoltà. L’innovazione dei motori elettrici però, hanno reso questi prodotti dei veri e propri mezzi di trasporto.
La scelta è molto ampia fra i modelli disponibili, ma esistono guide all’acquisto dei monopattini elettrici in grado di indirizzarci verso quello più adatto a noi.

Pratici ed ecologici, essi permettono di spostarsi agilmente attraverso il traffico cittadino. Con pochi e semplici gesti poi, è possibile chiudere il mezzo su se stesso. Negli ultimi anni, questo genere di prodotto ha vissuto un vero e proprio boom. Sono infatti moltissime le aziende europee e asiatiche che offrono modelli di monopattini elettrici dalle diverse funzionalità e caratteristiche.

Si tratta sicuramente di una delle soluzioni di urban mobility che sta riscuotendo maggior successo e proprio per questo motivo oltre all’acquisto un’altra valida soluzione è il noleggio, che viene messo a disposizione da diverse startup fra le quali menzioniamo LiMe.

Pattini a rotelle

Brevettata nel 1819 in Francia, Dopo alti e bassi, ebbe grande successo negli anni 70, tanto che ogni cittadina aveva la propria pista di pattinaggio ed era luogo di incontri giovanili per dimostrare le proprie esibizioni. Da allora, pur subendo delle evoluzioni notevoli, essi costituiscono anche un mezzo di trasporto che, con un po’ di pratica, può risultare piuttosto utile.

Hooverboard e skateboard elettrici, le alternative tecnologiche

Ai monopattini poi, si sono recentemente affiancati altri tipi di congegni tecnologici. L’hooverboard e lo skateboard elettrico infatti, sono mezzi abbastanza simili e altrettanto adatti al contesto cittadino.

Il loro utilizzo, va ricordato, è comunque soggetto ad alcune (poco chiare) limitazioni imposte dalla legge. Nonostante ciò, si tratta di veicoli interessanti da tenere in considerazione.

Conclusioni

L’urban mobility è una necessità molto sentita da chi vive o comunque da chi deve sapersi muovere all’interno di una grande città ed è sensibile ai problemi causati dalle polveri sottili e dagli scarichi dei mezzi con motore a scoppio. Le facoltà di scelta, come già visto, non mancano di certo. Soprattutto con la bella stagione infatti, biciclette, monopattini e soluzioni simili, consentono di potersi districare attraverso il traffico senza particolari patemi e con la coscienza di aver contribuito ad una vivibilità migliore per noi stessi e per la nostra progenie.