Cattedrale di Trani: la più bella della Puglia

La cattedrale di Trani

La cattedrale di Trani

La Cattedrale di Trani, considerata la più bella cattedrale della Puglia, fra i massimi capolavori del romanico pugliese, è stata edificata a partire dal 1099 ed è dedicata a S. Nicola Pellegrino. Se avete deciso di prenotare le vacanze in Puglia  o vi trovate nella zona a nord di Bari per trascorrere un weekend a Trani, due sono i monumenti che non dovete assolutamente perdere nel vostro viaggio: La Cattedrale di Trani e il Castel del Monte, il famoso castello ottagonale fatto edificare da Federico II di Svevia e poco distante da Trani.

La concessione di edificare la basilica di Trani fu data dal papa al vescovo Bisanzio per la canonizzazione del pellegrino Nicola, ma le sue reliquie rimasero per circa 50 anni nella cattedrale di S. Maria che sorgeva al posto dell’attuale chiesa e furono traslate nel 1142, quando fu completata la cripta sotto il transetto. Nel 1365 furono ultimati la cuspide e il campanile.

La Cattedrale di Trani , costruita in marmo bianco-roseo tipico della zona, ha pianta a croce latina ed è divisa in tre navate da colonne binate, particolare che la rende diversa da tutte le altre chiese romaniche pugliesi. Costruita in marmo bianco-roseo tipico della zona, è stata edificata in una splendida e ampia piazza che si affaccia direttamente sul mare a testimonianza dello splendore del carattere medievale di Trani.

Cattedrale di Trani: panorama

Cattedrale di Trani: ubicazione

Monumentale è la struttura orientale che ha la forma di un gigantesco parallelepipedo da cui si staccano i tre alti cilindri absidali.

Una cattedrale del romanico pugliese dalla forma particolare

La Cattedrale di Trani è una cattedrale del romanico pugliese caratterizzata da una forma particolare. La particolare conformazione della cattedrale è dovuta fatto che la chiesa non è altro che l’insieme di due chiese sovrapposte. Decorativo è il cornicione dell’abside centrale, popolato da animali fantastici e da diverse figure umane tra le quali spicca il cavaspina.

La facciata occidentale è sorretta da un avancorpo su arcate cui poggia la struttura dotata di una doppia scala di accesso e si distingue per la sua luminosità e per il portale di bronzo diviso in 32 formelle che rappresentano ognuna un personaggio della Bibbia.

Rosone della Cattedrale di Trani

Cattedrale di Trani – Il rosone

Altri luoghi da visitare a Trani

Oltre a visitare la splendida cattedrale, durante un weekend a Trani è inevitabile una tappa al porto turistico, simbolo della città che ne favorì l’espansione durante il regno di Federico II. A poca distanza dal porto si possono raggiungere il Fortino, da cui si gode una vista magnifica sul porto, e la Villa Comunale, una vera e propria oasi di verde dove ci si può rilassare all’ombra degli alberi osservando i pappagalli che vivono tra le loro chiome. Nella villa vi sono anche bellissime fontane in cui vivono pesci e tartarughe.

Castello di Trani

Castello Svevo – Trani

Ma tra i luoghi da visitare a Trani in questa città, definita la Perla del Sud,  vi è anche il Castello Svevo, fatto edificare nel 1233 da Federico II di Svevia e collocato al centro di una rada, in una posizione strategica. Trani è davvero uno splendore!