Cisternino e Ostuni: cosa vedere in un weekend

Ostuni - Centro storico

Ostuni – Centro storico

Cisternino e Ostuni sono due incantevoli località della provincia di Brindisi, Puglia. Si tratta di due piccole realtà che hanno però tanto da regalare a chi decide di passare lì un weekend: scorci mozzafiato direttamente a picco sul mare e bellezze architettoniche meravigliose che sanno lasciare senza parole.
Raggiungere queste due località è molto semplice, in quanto entrambe le cittadine sono facilmente raggiungibili dall’aeroporto di Brindisi.

Cisternino: un piccolo gioiello nel cuore della Puglia

Cisternino fa parte dei paesi appartenenti alla Valle d’Itria, zona caratterizzata da paesaggi di grande bellezza, a dir poco affascinanti. Si tratta di una piccola città che conta all’incirca 11.000 abitanti e nella quale la prima cosa che lascia senza parole è la calma e la serenità che si respira nelle sue strade.

Nonostante le piccole dimensioni della città, sono tante le cose da vedere a Cisternino e tra le principali vogliamo consigliare:

  • Centro storico di Cisternino: luogo caratteristico, reso particolare dalle piccole stradine che si incrociano tra di loro e lo rendono suggestivo. La stragrande maggioranza delle case che compongono il centro storico è di colore bianco e questo regala al quartiere una particolare atmosfera.
  • Torre di Porta Grande: rappresenta la più grande torre del sistema difensivo appartenente al passato di Cisternino. La torre è posizionata nel punto più alto della collina e da lì domina l’intera città. Sulla cima della torre è possibile osservare una statua dedicata a San Nicola di Bari.
  • Palazzo Vescovile: anche essendo attualmente di proprietà privata, il palazzo è tra le cose che vanno visitate (anche se solo esternamente) durante una visita a Cisternino. Il suo stile tipicamente rinascimentale lo rende meraviglioso agli occhi dei suoi visitatori.
  • Chiesa Madre di San Nicola: si tratta di una struttura in pietra viva che rappresenta una delle opere architettoniche più belle di Cisternino.

Tra le cose che vanno assolutamente visitate ci sono le masserie, edifici rurali che in passato avevano il compito di proteggere i cittadini dagli attacchi bellici. Cisternino è questo e tanto altro, ma il consiglio è quello di passeggiare per le sue strade e lasciarsi affascinare dai tanti luoghi che lo rendono caratteristico.

Cisternino - trulli rurali

Cisternino – trulli rurali

Ostuni, cosa vedere nella città bianca della Puglia

Ostuni dista da Cisternino solo circa 15 km, quindi è facilmente raggiungibile. Il suo soprannome “Città Bianca“, deriva dagli edifici del suo centro storico, che come a Cisternino sono completamente bianchi.

Ricoperti di calce, quando il sole è a favore, sembrano rendere ancora più luminosa, quasi brillante, questa città. Ostuni è senza dubbio uno spettacolo per gli occhi, grazie ai tanti luoghi di interesse che la caratterizzano.

Tra i tanti vogliamo ricordare:

  • Basilica Minore di Ostuni: è uno degli edifici più importanti di Ostuni, anche a livello sentimentale per quanto riguarda gli abitanti della città pugliese. In stile gotico, è caratterizzata da tre rosoni, uno più grande e due più piccoli. Va assolutamente visitata.
  • Guglia di Sant’Oronzo: è una colonna di 20,75 m che si erge in Piazza della Libertà, nel centro di Ostuni, ed è stata realizzata nel Settecento. Sull’estremità della colonna è posizionata la statua di Sant’Oronzo, raffigurato nel gesto di benedire la città di Ostuni e i suoi abitanti. È in assoluto tra i simboli rappresentativi della città di Ostuni ed è di rilevante importanza per i suoi abitanti.
Ostuni - Rosone della basilica

Ostuni – Rosone della basilica

Cosa mangiare a Cisternino e Ostuni

Durante il weekend ad Ostuni un altro tour fondamentale è quello gastronomico; sono tantissime infatti le ricette tipiche pugliesi che rendono famose queste due cittadine. Camminare tra i vicoli di queste due perle della Puglia permetterà di imbattersi in locali e ristoranti tipici nei quali assaggiare ricette della tradizione.

Tra le tante vanno sicuramente assaggiate: fave e cicorie (piatto tipico), frittata alla menta, panzarotto ripieno, orecchiette e taralli.