Come reinventarsi a 30 anni in 3 giorni

Reinventarsi a 30 anni

Se sei di quella generazione di mezzo che ha visto spazzare via  le certezze dei tuoi genitori e non sai bene che direzione prendere questo articolo potrebbe esserti d’aiuto per darti la spinta giusta per reinventarti professionalmente.

Il tuo lavoro non ti soddisfa, ma “tu almeno un lavoro ce l’hai”- te lo ripetono e te lo ripeti spesso, quasi come un mantra.

Senti che deve esserci qualcosa di più di così, un’esistenza più felice, più significativa.

Hai provato a cambiare lavoro e speravi che uno stipendio più alto ti avrebbe garantito quel qualcosa in più, quel pezzo di felicità che continui a rincorrere.

Tuttavia, hai presto scoperto che uno stipendio più alto, una carriera più importante non possono colmare quel vuoto che senti.

E ora ti senti spaesata e non sai cosa fare della tua vita.

Prenditi tre giorni di vacanza e dedicati a te stessa, alla tua ricerca di risorse interiori. Ti spieghiamo come puoi reinventarti e trovare la tua direzione.

Fai un inventario delle tue capacità

Se vuoi trovare la tua direzione, è fondamentale comprendere dove sei ora. Prenditi del tempo solo per te e sistemati in un luogo tranquillo. Assicurati di non venire disturbata e di poterti dedicare interamente a te. Un weekend fuori porta, in una località tranquilla dove poter passeggiare e stare tra te e te sarebbe ideale. Puoi così costruirti il tuo ritiro e unire l’utile al dilettevole, il viaggio e la crescita personale.

Quando decidi di volerti reinventare professionalmente devi renderti conto delle competenze e delle risorse che possiedi e che spesso dai per scontate.

Ti invitiamo a fare una lista di cose che sai fare. Includi tutte le tue competenze, tutte le esperienze professionali e amatoriali che hai avuto. Elenca tutta la formazione che hai ricevuto, anche se non l’hai mai sfruttata professionalmente.

In seguito fai una lista di cose che ami fare, anche se non producono reddito in questo momento, anche se pensi che non potranno mai assicurarti un guadagno.

Se sei una di quelle persone che tende a minimizzare la propria esperienza e le proprie capacità, questo è il momento in cui potrai finalmente renderti conto di tutte le risorse a tua disposizione e che ora dai per scontate.

Importante è che non ti limiti a elencarle mentalmente, ma che le scrivi su un foglio in modo che tu possa averle ben visibili davanti a te.

Fatti i complimenti e prosegui con i compiti.

Capire cosa vuoi fare da grande

La pressione intorno a questa domanda si fa forte, il bersaglio sono spesso le trentenni, che si vedono circondate da coetanee che si sposano, fanno figli e hanno una carriera apparentemente perfetta.

Per capire cosa vuoi fare da grande devi prima conoscere a fondo te stessa. Non è un compito semplice e richiede certamente più di tre giorni. Tuttavia, prendersi tre giorni solo per se stessi per esplorare i propri talenti, la propria vocazione, le proprie passioni ti farà fare dei salti da gigante in questo senso, perché è un consiglio che difficilmente riceverai.

Quello che ti hanno insegnato è di impegnarti nello studio, fare la tua gavetta e fare carriera. Nessuno ti ha spiegato come trovare il tuo autentico posto nel mondo lavorativo. Danno tutti per scontato che non sia possibile o che sia prerogativa di artisti e creativi.

Eppure è possibile per tutti  vivere una vita pienamente realizzata facendo ciò che si ama, basta avere la forza di volontà di guardarsi dentro.

Questo è quello che ti invitiamo a fare. Rifletti sul tipo di vita che vorresti fare. Vuoi viaggiare, girare il mondo e scoprire posti nuovi oppure ti rispecchi di più in una quotidianità più calma e prevedibile, dove godere dei piccoli piaceri ed essere grata di ciò che già hai nelle tue vicinanze?

Dipende da te. Prova a immaginarti in ogni singola situazione. Fai una piccola meditazione, rilassa il tuo corpo, calma il tuo respiro, fai che diventi profondo e addominale e immergi la tua mente in quell’esperienza, in quel tipo di vita che pensi di voler vivere. Ascolta il tuo corpo. Cosa ti dice? Ti senti a tuo agio a vederti in un paese sconosciuto? Valuta tutti i possibili risvolti, positivi e negativi che siano, solo così saprai se è veramente un tuo desiderio profondo oppure se è ciò che pensi di desiderare.

Definisci il tuo percorso

Una volta che hai compreso da dove parti e hai meditato su dove vuoi arrivare, non ti resta che definire e organizzare il tuo percorso.

Devi tenere il focus su dove vuoi arrivare, ma devi anche saperti godere il cammino che ti porta a destinazione, perché è lungo il tragitto che scoprirai veramente te stessa.

Lo so che è l’ennesima lista, però avere qualcosa di scritto aiuta ad avere maggiore chiarezza. Quindi prendi di nuovo carta e penna e scrivi quali sono gli strumenti di cui hai bisogno per reinventarti.

Che tipo di competenze devi acquisire e che tipo di formazione devi fare per reinventarti?

Non pensare agli ostacoli, al fatto che non hai tempo, che non hai soldi. Pensa solo a quello che ti serve, poi troverai una soluzione per raggiungerlo. Ti vogliamo ricordare che moltissima formazione è disponibile da remoto e a prezzi irrisori, se non gratuita. Spesso e volentieri basta impegnarsi a cercare le fonti, leggere libri, tanti libri e acquisire più informazioni e conoscenze rispetto a qualcuno che legge un solo libro all’anno.

Ti possono venire in aiuto tantissimi esperti su youtube. Insomma, nel mondo in cui viviamo non abbiamo scuse per non formarci in una cosa che ci piace.

Ora arriva la parte più impegnativa. Che tipo di persona bisogna essere per arrivare dove vuoi arrivare?

Il successo, se così lo vogliamo chiamare, è frutto di piccole azioni quotidiane e costanti. Non è mai un evento improvviso che capita per pura fortuna. Se vuoi reinventarti professionalmente e fare della cosa che ami fare la tua fonte di reddito devi semplicemente iniziare. Tutto quello che ti si chiede è di iniziare, a piccoli passi purché siano costanti.

Quindi, chiediti che tipo di azioni quotidiane bisogna mettere in pratica e scrivile sulla lista. Chiaramente non basta scrivere su un foglio le cose che devi fare, bisogna anche mettersi all’opera. Quando però hai chiaro l’obiettivo e la direzione e ti sei progettata da te la tua mappa sei molto più facilitata perché non agisci a caso, sperando che per pura fortuna qualcosa funzioni. Hai un intento ben preciso.

Infine, prenditi del tempo, vai in mezzo alla natura, fai una passeggiata nel bosco e lascia che le idee arrivino fluide e spontanee a te. Non forzare le cose, non ragionare troppo, ora è il momento di rilassarsi e lasciare che l’ispirazione giunga a te.

Liberati dalle convinzioni limitanti

Ora che hai chiaro il tuo intento e hai tracciato il tuo cammino, devi sapere che potrebbero capitare degli inconvenienti.

Tutto ciò che ci succede ha il potere di influenzare la riuscita dei nostri progetti nella misura in cui non glielo permettiamo.

In effetti, la vita è fatta per il 10% da ciò che ci capita e per il 90% da come reagiamo.

Si tratta di una percentuale altissima e questo ti dovrebbe rasserenare: tu sola hai la responsabilità di come va la tua giornata e di come va la tua vita.

Hai la possibilità di reagire in un modo che promuova il tuo benessere e la riuscita dei tuoi intenti  oppure ti puoi arrendere alle circostanze e vivere da vittima.

Tuttavia non sempre è facile e spesso e volentieri ognuno di noi ha bisogno di qualcuno di esterno, che ci guidi nel processo, che ci aiuti ad accorgerci delle convinzioni che ci portiamo appresso e che ci limitano, così che possiamo smettere di sabotarci.

Le nostre idee sul mondo, sulla vita, sui soldi, sul successo, sull’amore vengono tutte costruite entro i primi sette anni di vita. Il nostro presente è frutto di ciò che abbiamo vissuto, visto e sentito in famiglia.

La nostra realtà è disegnata dai paradigmi e programmi inconsci che ci portiamo appresso. Se siamo convinti che è impossibile mantenersi facendo un lavoro che si ama, che nella vita bisogna soffrire e faticare per guadagnare dei soldi, inconsciamente faremo in modo che le circostanze confermino la nostra intima filosofia di vita. E’ la cosiddetta profezia che si autoavvera.

La buona notizia è che si può uscire da questo meccanismo di autosabotaggio. Quando ti liberi dalle convinzioni che ti legano sprigioni tutto il tuo potenziale e sperimenti una serie di avvenimenti che fino a quel momento ti sembravano impossibili o riservati a qualcuno di più fortunato di te.

Se ti sembra di arrancare nella vita, se sei sempre in bolletta e il tuo lavoro non ha più nessun senso per te, è arrivato il momento di reinventarsi e pensare alla vita come a un gioco dove puoi utilizzare tutte le tue risorse per divertirti, anziché avere continuamente paura.

Per andare al di là delle tue convinzioni e darti la possibilità di esprimere tutto il tuo potenziale esistono diverse tecniche, dall’ipnosi, alla visualizzazione, a meditazioni specifiche.

Ciò che fa la differenza è affidarsi a qualcuno che ti aiuti nella crescita personale e professionale utilizzando sia le tecniche di life design sia con informazioni pratiche di cui hai bisogno quando scegli di cambiare vita.

Puoi prendere ispirazione da uno dei percorsi di mentoring del progetto Soulmentor che aiuta le donne a reinventarsi a qualunque età attraverso il proprio talento, la propria vocazione e avendo il coraggio di uscire dagli schemi prestabiliti.

Vivi secondo il flow

Adesso che hai chiaro il tuo intento e conosci i tuoi meccanismi di sabotaggio, non ti resta che goderti il percorso.

La cosa che devi tenere bene a mente è di non essere impaziente, di non cercare a forzare le cose e non dare caricarti di aspettative.

Segui il flow, la corrente naturale delle cose. Accogli gli imprevisti e usali a tuo favore.

Più lasci fluire più vivi serenamente, in uno stato di pace interiore. Questo è fondamentale per raggiungere qualsiasi destinazione, perché più carichi di importanza, più l’oggetto del tuo desiderio si allontana da te.

Ritagliati ogni giorno almeno venti minuti per meditare. Ti aiuterà per tenere la mente calma e rimarrai salda in te per raggiungere qualsiasi obiettivo tu ti sia prefissata nella vita.