Uso della rete in Italia: cosa fanno gli italiani su internet?

Social network

Uno strumento, quello di Internet, che è sempre più centrale nella vita quotidiana degli italiani che tendono a farvi ricorso per qualsiasi evenienza, a 360 gradi. Una tendenza ormai acquisita e che è stata confermata di recente dal consueto rapporto annuale del Censis sulle abitudini digitali dei nostri connazionali.
Secondo tale report la rete è ormai diventata necessaria nello svolgimento di molti, se non addirittura tutti, i nostri impegni quotidiani con conseguenze positive anche in termini economici e di ottimizzazione dei tempi. Andiamo a vedere più nel dettaglio come viene utilizzato il web nel nostro paese.

Lo Stivale è sempre più social

Il primo dato messo in evidenza dalle indagini condotte di recente sui comportamenti digitali degli italiani va a mettere in rilievo come gli internauti dislocati lungo la penisola usino in maniera massiccia i social network, con una media che li colloca 15 punti percentuali sopra quella globale.
Secondo il rapporto We Are Social, ammonterebbe ormai a 35 milioni il numero di italiani che sono iscritti a Facebook o ad altri social su un totale di 54,8 milioni di utenti collegati alla rete. Proprio la creatura di Mark Zuckerberg fa naturalmente la parte del leone, considerato come lo utilizzi il 74% degli italiani per circa due ore al giorno.

Le news corrono sul web

Va poi sottolineato come proprio i social siano uno dei veicoli privilegiati per chi intende informarsi sulla rete insieme ai motori di ricerca. Google è usato dal 69,3% degli internauti per reperire le news o le informazioni che possono far comodo nella propria attività di ogni giorno, seguito a dieci punti di distacco dai telegiornali.
A confermare la tendenza a informarsi in rete sono poi i dati relativi ai siti d’informazione (52,8%) e ai quotidiani online (46,3%). Una tendenza che dovrebbe proseguire anche nei prossimi anni, secondo gli esperti, aggravando la crisi dei media tradizionali.

Shopping online

I servizi sul web costano meno

Sono poi sempre di più coloro i quali ricercano sul web prodotti e servizi, sia alternativi che rivisitazioni moderne di quello che un tempo veniva fatto di persona. Si pensi ad esempio ai servizi di stampa online. Si parla di un qualcosa di classico (il mondo della tipografia) trasposto ad un concetto 2.0 di stampo multimediale.
Per le piccole imprese la rete costituisce ormai un supporto preziosissimo in termini di ottimizzazione dei costi e possibilità di farsi conoscere senza spendere una fortuna. In particolare sono sempre di più quelle che optano per stampare i flyer, i calendari o altri strumenti di marketing utilizzando i servizi di tipografia reperibili online.
A spingere queste aziende sono in particolare la notevole riduzione dei costi e quella dei tempi, caratteristiche che stanno sostanzialmente mettendo ai margini del mercato le tipografie tradizionali che non si sono adeguate a questa delocalizzazione in rete.