10 consigli per proteggere la casa dai ladri durante le vacanze

Proteggere la casa dai ladri: sistema di video sorveglianza

Proteggere la propria casa dalle intrusioni

Estate: tempo di vacanze e più tempo da trascorrere all’aperto, lasciando sempre più spesso la propria abitazione incustodita.

È questo il momento dell’anno in cui si teme di più che qualche ladro possa intromettersi in casa nostra per sottrarci valori e oggetti a cui teniamo, ma anche rovinando infissi, mobili e suppellettili.

Dunque, come poter affrontare con la massima serenità le nostre vacanze senza il pensiero che la nostra casa potrebbe essere presa di mira da malintenzionati?

Casa protetta dai ladri = Vacanza serena

Aver cura della propria casa anche nei momenti in cui non si è presenti significa mettere in atto misure di sicurezza efficaci e considerare tutti quei particolari che potrebbero renderla più vulnerabile al’’intromissione di malintenzionati.

La prima soluzione che generalmente viene in mente è quella di procurarsi un sistema di allarme sonoro che possa indurre i ladri ad allontanarsi. Un sistema che può avere la sua efficacia, ma che di certo da solo non intimorisce i ladri più esperti, che sanno come eludere i sistemi di allarme più semplici e che riescono comunque a entrare da porte e finestre senza farsi accorgere.

Se si vuole andare in vacanza in tutta serenità e non essere assillati per tutto il tempo dal pensiero di trovare sorprese indesiderate al nostro ritorno , è quindi necessario mettere in atto una serie di accorgimenti che tengano presente vari aspetti anche preventivi.

Il giusto sistema di allarme e i necessari accorgimenti per proteggere la propria abitazione

Quando vogliamo mettere in atto delle azioni per proteggere al meglio la nostra abitazione anche quando non siamo presenti e partire per le vacanze in tutta tranquillità dobbiamo innanzitutto pensare che è necessario curare diversi aspetti che possono agire sia in modo preventivo sia come efficaci deterrenti per evitare brutte sorprese al nostro ritorno.

Qui di seguito alcuni consigli che riteniamo utili per proteggere la casa dai ladri durante le vacanze.

Vecchi serramenti, soprattutto se in legno o senza alcuna protezione particolare, rappresentano il primo punto debole per una efficace protezione della nostra abitazione. Una certa sicurezza può essere data solo dalla loro sostituzione con porte blindate di classe superiore e finestre con ottimi vetri antisfondamento.

Nel caso in cui vi sia un accesso esterno (per esempio un cancello che delimita un condominio o l’entrata a una villa), anch’esso dovrà essere provvisto di una buona protezione contro lo scasso e possibilmente accessibile visivamente (per esempio con telecamere).

Fare attenzione ai punti critici nelle strutture che potrebbero favorire un’intrusione, come ad esempio balconi facilmente raggiungibili, muri di cinta che possono essere superati senza difficoltà e che potrebbero addirittura facilitare un’intrusione, in quanto utilizzabili per arrivare ai piani più alti di un edificio, così come la presenza di alberi, oggetti o manufatti sufficientemente alti e robusti nei pressi dell’abitazione.

La nostra casa potrebbe essere resa più vulnerabile da impianti facilmente raggiungibili e che quindi potrebbero facilmente essere messi fuori uso (per esempio cavi elettrici o cavi telefonici non interrati). Stessa attenzione va posta se si installano videocamere, che dovranno quindi essere a un’altezza non facilmente raggiungibile da possibili malintenzionati.

Porre attenzione che non vi siano zone non raggiunte in modo adeguato dall’illuminazione, che potrebbero consentire una più facile intrusione. In questo senso, per evitare zone d’ombra, potrebbero essere utili sistemi di illuminazione automatici che si attivano nel momento in cui rilevano una presenza.

Videocamere di sorveglianza e illuminazione

Optare per un buon sistema di allarme e scegliere quello più adeguato alle nostre esigenze. Da considerare che non sempre un semplice allarme sonoro può rappresentare un sicuro deterrente per un ladro e neanche richiamare un intervento così immediato delle forze dell’ordine, di solito nel periodo estivo ancora più impegnate proprio a causa dei molti furti che si verificano quando le famiglie vanno in vacanza. I sistemi di allarme su cui oggi si può fare affidamento sono di diverse tipologie e sarà quindi bene informarsi su ciò che più fa al caso nostro e che possa realmente renderci sereni anche quando siamo in vacanza. Ciò che si ritiene più efficace è un sistema di videosorveglianza (solitamente disponibile in kit e quindi facilmente installabile anche senza bisogno di personale esperto) collegato con il proprio smartphone. Si potrà così essere sempre aggiornati circa la situazione nella propria abitazione, con notifiche e immagini in tempo reale e, a seconda dei modelli, essere sicuri che persone di fiducia o le forze dell’ordine vengano immediatamente allertate. È opportuno far sì che videocamere e sensori non possano essere facilmente disattivati, siano in numero sufficiente e di qualità tale da rendere un’effettiva sicurezza. Buona regola segnalare anche con appositi cartelli la presenza di un impianto di videosorveglianza per dissuadere eventuali malintenzionati. Antifurto.pro ci aiuta nella scelta dell’antifurto più adatto.

Avvertire persone di fiducia o vicini di casa della propria assenza perché possano allertarsi nel caso si accorgano di una qualche situazione sospetta o perché possano andare a controllare di tanto in tanto la nostra abitazione in nostra assenza. Utile lasciar loro le chiavi di casa e i recapiti telefonici per mezzo dei quali poterci eventualmente contattare.

Fare in modo che la nostra assenza non sia palese. In tal senso, potrebbe essere utile far sì che alcuni particolari possano farci credere presenti, come per esempio chiedere a qualche vicino o amico di prelevare la posta dalla nostra cassetta, oppure utilizzare temporizzatori o apparecchiature gestibili da remoto che accendono luci o televisori a determinate ore del giorno. Da non dimenticare che anche lo zerbino che potrebbe non essere rimesso al suo posto dopo la pulizia delle scale potrebbe indicare la nostra assenza. Meglio quindi chiedere ai vicini o a chi pulisce le scale di rimetterlo al proprio posto.

Non divulgare la notizia della nostra assenza. Spesso questo particolare viene sottovalutato, quando invece, oggi come oggi, è molto facile poter essere controllati anche tramite le nostre pagine social. Meglio quindi evitare di far sapere a tutti che siamo fuori casa.

Non lasciare una copia delle chiavi di casa in luoghi in cui potrebbero essere facilmente trovate. Evitiamo quindi il classico vaso o lo zerbino. Molto meglio lasciare le chiavi a un vicino di casa fidato o altra persona di fiducia.